Venerdì 23 febbraio giornata nazionale di astensione dalle udienze e dalle altre attività giudiziarie. Ad indirla, a una settimana dalle elezioni che porteranno un nuovo Governo alla guida del Paese, l’Organismo Congressuale Forense, organismo di vertice di rappresentanza politica dell’Avvocatura italiana.
Abbiamo pensato fosse indispensabile indire una ‘Giornata della dignità e dell’orgoglio dell’Avvocatura’ – evidenzia il coordinatore dell’Organismo, Antonio Rosa – per rappresentare alle forze politiche impegnate in questa campagna elettorale, le istanze relative al settore giustizia che provengono da chi ogni giorno vive nelle aule dei tribunali, conosce le necessità e le urgenze da affrontare e, per questo, non può continuare a rimanere inascoltato”.
Due gli appuntamenti in programma. Il primo è venerdì prossimo, 16 febbraio, a Roma. Al teatro Adriano di piazza Cavour alle 11 saranno chiamati a intervenire i leader dei partiti e i loro rappresentanti del settore giustizia ai quali verrà chiesto un impegno chiaro su alcuni temi particolarmente sentiti dall’Avvocatura e, soprattutto, sulla volontà per il futuro di rendere obbligatoria la consultazione della categoria prima di provvedere a riforme in tema di giustizia.
Il secondo appuntamento, a livello territoriale, venerdì 23 febbraio. In tutti i distretti italiani gli avvocati si asterranno dalle udienze e parteciperanno ad incontri e dibattiti organizzati dai Consigli degli Ordini.
“Parliamone prima”: questo lo slogan scelto da OCF per chiedere alla Politica un momento di riflessione, impegno e approfondimento prima del voto.